I miei giorni di luce con Osho: Prologo

Libro di Prem Shunyo

Un taglialegna si recava ogni giorno nella foresta. A volte non riusciva a trovare di che sfamarsi perché pioveva, altre volte perché faceva troppo caldo e altre volte ancora perché faceva troppo freddo. Nella foresta viveva un mistico.

Aveva osservato il taglialegna lavorare sodo tutto il giorno per anni e lo vedeva diventare vecchio, malato, ridursi alla fame, e gli disse:

“Ascolta, perché non ti inoltri un po’ di più nella foresta?”.

Il taglialegna rispose: “Cosa ci vado a fare, c’è forse più legna? E anche se fosse così, poi dovrei trasportarla per chilometri!”.

Il mistico disse: “No, se vai un po’ più oltre, troverai una miniera di rame. Puoi portare il rame in città e venderlo, e quel denaro ti basterà per una settimana, così non dovrai venire tutti i giorni a tagliar legna.”

L’uomo si mise a pensare: “Beh, potrei provare.”

Andò e trovò la miniera. Era felice. Tornò indietro e si buttò ai piedi del saggio.

Il mistico disse: “Non gioire troppo, ora, addentrati ancora di più nella foresta.”

“Ma perché…?” disse, “che senso avrebbe, adesso ho cibo per una settimana.”

Il mistico disse: “Eppure…”.

Ma l’uomo replicò: “Se mi addentro ancora di più nella foresta, perderò

la miniera di rame.” E il mistico: “Vai, di certo perderai la miniera di rame, ma c’è una miniera d’argento, e con quello che riuscirai ad estrarre, vivrai per tre mesi.”

“Il mistico ha avuto ragione quando mi ha raccontato della miniera di

rame,” pensò il taglialegna, “forse ha ragione anche questa volta.”

E andò e trovò la miniera d’argento.

Ritornò danzando e disse: “Come posso ripagarti? La mia gratitudine non ha limiti.”

Il mistico disse: “C’è una miniera d’oro, un po’ più oltre quella d’argento.”

Il taglialegna esitava. Era un uomo così povero che non si era mai sognato di possedere una miniera d’argento.

E ora il mistico gli stava rivelando l’esistenza di una miniera d’oro, e chissà? Forse aveva ancora ragione. E infatti trovò la miniera d’oro.

Adesso gli era sufficiente venire nel bosco una volta all’anno. Ma il mistico disse: “Un anno è lungo e io sto diventando vecchio, tu verrai fra un anno e potrei non esserci più. Quindi devo dirtelo: non fermarti alla miniera d’oro, solo un po’ più avanti…”.

Ma l’uomo disse: “Non capisco…mi riveli una cosa e subito dopo mi dici di lasciarla perdere e di andare avanti, adesso ho trovato una miniera d’oro!”.

Il mistico rispose: “Ma c’è una miniera di diamanti, devi solo addentrarti un po’ di più nella foresta.”

Quello stesso giorno il taglialegna si addentrò nella foresta e trovò la miniera di diamanti. Prese tutti quelli che riusciva a portare e disse: “Questo mi basterà per tutta la vita.”

Quando tornò dal mistico, questi gli disse: “Forse non ci incontreremo più… il mio ultimo messaggio è: ora che hai quanto basta per tutta la vita, ENTRA DENTRO DI TE!

Dimentica la foresta, la miniera di rame, la miniera d’argento, la miniera d’oro e quella di diamanti. Ora ti svelo l’ultimo segreto: il tesoro supremo si trova dentro di te. I tuoi bisogni esteriori sono soddisfatti. Siedi come siedo io, qui.”

Il taglialegna disse: “Sì, me lo stavo chiedendo… Tu che conosci tutti questi segreti, perché continui a stare lì seduto? Questa domanda mi è passata per la mente molte volte e spesso avrei voluto chiederti: ‘Perché non vai a prendere tutti quei diamanti, sepolti in quella miniera?’ Solo tu sai dove sono, perché continui a stare seduto sotto quest’albero?”.

Il mistico rispose: “Dopo aver trovato i diamanti, il mio Maestro midisse: “Adesso siediti sotto quest’albero ed ENTRA DENTRO DI TE.”

Posted in I miei giorni di luce con Osho.